Tuesday, September 25, 2012

Back to Minefield

Né poi si può difendere l'errore,
l'ignoto panorama che si scorge
nel trito susseguirsi delle ore,
se appena l'indifeso fianco porge

la parola, scintilla delle forge
e nota cantilena del sudore
all'ombra di quel sole che non sorge,
se negli anfratti dura quell'odore.

Cade così la tegola del poi
a frantumare il prima ed il durante
e già dimentichiamo ciò che vuoi,

la tarda sera, la stagione errante,
l'inane e stanco incedere dei buoi:
la pelle tesa a cogliere l'istante.

4 comments: